Chi Siamo

Spazio Junior - Attività didattiche
 
 
Cerca per regione

MUSEO DEL BIJOU DI CASALMAGGIORE

Il Museo del Bijou, recentemente allestito all'interno dell'ex Collegio dei Barnabiti in Santa Croce, è un museo d'ente locale specializzato del patrimonio storico-industriale. Nella sezione oggettistica sono esposti circa 20.000 oggetti, tutti prodotti dalle diverse fabbriche di Casalmaggiore tra la fine dell'Ottocento e gli anni '70 del Novecento. Nelle sale del Museo sono esposte anche macchine utensili, attrezzi, fotografie e cataloghi che documentano quello che fu un fenomeno industriale pressoché unico in Italia.

Se l'offerta museale è da tempo un punto di riferimento per chi fa programmazione scolastica, ultimamente, con l'importante ruolo attribuito dalla scuola dell'autonomia al patrimonio locale, le potenzialità dei musei sono sempre più riconosciute e valorizzate. La proposta che il Museo del Bijou di Casalmaggiore presenta per il secondo anno alle scolaresche ha lo scopo di avvicinare i giovani alla cultura storico-artistica della città e del territorio, di favorire una corretta fruizione delle collezioni museali e di fornire alla scuola la possibilità di utilizzare il museo quale abituale strumento didattico. I beni culturali conservati nel Museo del Bijou sono una diretta testimonianza della creatività, del costume, delle capacità tecniche della società casalasca di fine Ottocento e, come tali, importanti documenti, fonti di informazione, prezioso legame tra passato e presente. Il Museo del Bijou, per la molteplicità degli stimoli che offre e per le possibilità di un approccio realmente multidisciplinare, si presta in modo particolare ad entrare nei piani dell'offerta formativa formulati dagli Istituti scolastici di ogni ordine e grado. I responsabili della didattica del Museo saranno ben lieti di concordare con gli insegnanti progetti che rispondano alle diverse esigenze didattiche, tenuto conto che i percorsi tematici che possono essere sviluppati spaziano dall'archeologia industriale, alla storia dell'industria del bijou a Casalmaggiore, alla tecnica orafa, alla lavorazione dei metalli, all'evoluzione della moda agli inizi del XX secolo, ecc.


Due sale del Museo (pari a circa 80 mq) sono state destinate a laboratorio didattico e sono state dotate di specifiche attrezzature. Fra le lavorazioni praticabili all'interno del laboratorio si ricordano:
- vulcanizzazione di stampi in gomma
-fusione di leghe di metalli bianchi (stagno, zinco, piombo, zama, ecc.) in forno elettrico con crogiolo;
- fusione con centrifuga elettronica di oggetti di piccole dimensioni (spille, fibbie, medaglie, ecc.)
- assemblaggio e saldatura di semilavorati con saldatrice ad acqua e a GPL · doratura con bagno galvanico e lucidatura di oggetti
- particolari tecniche quali filo torto, traforo, incastonatura, ecc

ATTIVITA' DIDATTICHE

VISITA GUIDATA AL MUSEO Un operatore illustra il percorso museale nelle sue tre sezioni (oggettistica, tecnologica e archivistica). Alla visita possono essere affiancate una o più attività fra quelle proposte.
PERCORSO DI APPROFONDIMENTO Da svolgersi a scelta prima o dopo la visita guidata al Museo, questo percorso può essere realizzato presso il Museo o in classe, con l'intervento di operatori del Museo o con il supporto di materiali audiovisivi. Potrà essere scelto un percorso preparatorio generale o un percorso tematico (tecnologico, artistico, storico, socio-economico).
DIMOSTRAZIONE DI TECNICHE DI LABORATORIO Utile completamento della visita guidata, consente di far conoscere agli studenti alcuni processi di lavorazione di sicuro interesse, quali la fusione dei metalli o la doratura galvanica.
ATTIVITA' DIDATTICA DI LABORATORIO Si tratta di un'esperienza creativa e manuale molto apprezzata dai ragazzi, direttamente coinvolti nell'ideazione e nella realizzazione di semplici oggetti in metallo non prezioso. Per questo modulo(della durata di circa 2 ore), è consigliabile la suddivisione della classe in gruppi.
SCHEDATURA Consente di verificare le competenze acquisite dai ragazzi nel corso della visita e dell'attività di laboratorio: si tratta di compilare una scheda che prevede anche la rappresentazione grafica di un oggetto scelto tra quelli della collezione museale.
GIOVANI CREATIVI E' l'esperienza più appagante per "creativi in erba" e può assumere la forma del concorso. Una volta apprese le nozioni fondamentali di storia e tecnica del bijou, sarà possibile per i ragazzi ideare consapevolmente un loro bijou: il migliore fra i soggetti proposti sarà realizzato a cura del Museo.

 
Visita il sito del Ministero per i Beni Culturali Visita il sito della Confartigianato Home page Home page Info